CRP Technology presenta “Racetrack to Orbit, an additive revolution” al Rapid.Tech

CRP Technology presenta “Racetrack to Orbit, an additive revolution” al Rapid.Tech
Condividi su

L’industria aerospaziale è un settore da sempre all’avanguardia nell’ambito dell’Additive Manufacturing (AM) e stampa 3D ed ora si sta preparando a raggiungere nuove ed importanti vette diventando ancora più veloce, più qualificato e più industrializzato. La CRP Technology è tra le prime aziende in Europa che ha creduto ed investito nelle potenzialità della Fabbricazione Additiva con tecnologia SLS. I successi raggiunti nel campo aerospaziale con l’utilizzo dei materiali compositi Windform sono al centro della partecipazione dell’azienda alla 13esima edizione del Rapid Tech, International Trade Show & Conference for Additive Manufacturing, che si terrà dal 14 al 16 giugno 2016 a Erfurt, Germania.

Matteo Levoni, ingegnere specializzato in Additive Manufacturing e materiali Windform, e responsabile del reparto di Reverse Engineering di CRP Technology, giovedì 16 giugno alle 13, all’interno del trade forum “Aviation” di Messe Erfurt illustrerà il case study “Racetrack a Orbit, an additive revolution” Il tema principale dell’intervento sarà focalizzato sull’utilizzo della fabbricazione additiva con i materiali Windform in applicazioni aerospaziali. I materiali Windform hanno passato gli outgas test presso la NASA, e sono risultati idonei secondo la norma ASTM E595. Il Windform XT 2.0 ha superato anche i test specifici all’ESA.

Il Rapid.Tech è uno degli eventi europei più importanti nel settore della Fabbricazione Additiva: nel corso delle 12 edizioni passate si è occupato di fornire informazioni sullo stato e lo sviluppo della prototipazione rapida, la realizzazione diretta di prodotti finali con la Fabbricazione Additiva, così come la produzione in serie .

Inoltre, il Rapid.Tech offre agli sviluppatori, ricercatori, ingegneri e agli utenti la possibilità di scambiare idee innovative attraverso conferenze e incontri.